giovedì 11 luglio 2019

Archivio Storico Araldico e Blasonario Europeo




I Panchulidze sono una antica famiglia nobile ortodossa georgiana e russa, di remota origine bizantina, citata ufficialmente già nel 820 DC, fra i collaboratori del Principe Kuropalate Ashot I, sovrano di Tao Klarjeti e vassallo dell’Impero Romano d’Oriente. La legenda narra che siano i discendenti di un generale macedone di Alessandro Magno. I Panchilidze di Kutaisi sono una “Drosha” (bandiera, klan) da sempre fedele alla dinastia dei Bagrationi ed al Patriarcato Ortodosso, furono Tadzrelebi (cavalieri crociati, templari) e Aznauri (signori feudali, baroni), nobili del Regno di Imerezia e del Regno di Georgia.


 


Nei secoli, i Panchulidze, si distinsero soprattutto come valorosi guerrieri, fedeli ai Re Bagrationi di Imerezia e Georgia, e, successivamente, durante il dominio della Russia, come valorosi alti ufficiali e zelanti funzionari imperiali. Fra i primi sono certamente da citare i fratelli Ivan (1758-1815)  e Semyon (1765-1817), entrambi generali dei Dragoni imperiali, al seguito del loro principe georgiano Peter Bagrationi, pluridecorati al valor militare nelle guerre contro i mussulmani turchi e persiani, e gli invasori francesi giacobini  di Napoleone, nominati prima Cavalieri (Ordine di San Vladimiro, Ordine di Sant’Anna, Ordine di San Giorgio, ecc…) e poi Conti dallo Zar Alessandro I Romanov. I loro ritratti sono esposti, con tutti gli onori, nel Palazzo Imperiale di San Pietroburgo, ora sede del famoso Museo Ermitage, e le spoglie di Semyon riposano nel Monastero Ortodosso di Spaso Andronikov a Mosca. Terzo fratello dei due soldati fu Alexey (1762-1834) governatore di Saratov. Il figlio di quest’ultimo, Alexander (1790-1867) fu colonnello degli Ussari, pluridecorato (Ordini di San Vladimiro, San’Anna e San Stanislao) e governatore imperiale di Penza, e, suo figlio Alexei (1819-1888): governatore imperiale di Samara e Chernigov, e maresciallo della nobiltà a Saratov e consigliere di stato. Fra i numerosi personaggi noti della famiglia, citiamo ancora il conte russo georgiano Alexey Nicolayevich Panchulidzev (1884-1964), pluridecorato Colonnello dei Cosacchi, Addetto Militare Russo alla Ambasciata di Parigi e, dopo la rivoluzione, paladino della Russia Bianca in Francia, membro della unione dei Cavalieri di San Giorgio e della Unione degli Zeloti in memoria dello Zar Nicola II, morto come prete ortodosso, dopo avere preso i voti religiosi nel 1955. Attuale capo del clan dei Panchulidze Aznauri è il Generale Dany che ha continuato la tradizione militare di famiglia, prima nell'esercito sovietico e poi nelle forze armate georgiane.

Nessun commento:

Posta un commento

Improvvisa scomparsa dell'amico Carlo Scotti Foglieni...

Il nostro ultimo saluto all'amico Nobile Cavaliere Dottore Carlo Scotti Foglieni (commercialista e revisore dei conti, politico ...