giovedì 29 novembre 2018

Il "Royal National Ballet" di Georgia a Milano





La Delegazione italiana della Real Casa Bagrationi Imeretinsky
e l’Associazione Culturale Ecumenica Cristiana Italia-Georgia-Eurasia

Vi invitano

lunedi 25 febbraio 2019 – ore 21.00 
al Teatro Nazionale di Milano, Piazza Piemonte (MM1 rossa Wagner)

al grande spettacolo di danze tradizionali
 “Fire of Georgia”: 
Tour del Royal National Ballet of Georgia di Gela Potskhishvili, 

Organizzato da Opera & Ballet Swiss Cultural Association, 
in collaborazione con la Compagnia Balletto di Milano

Informazioni, prenotazioni e acquisto biglietti (35,00€): 
Lali Panchulidze, Maya Bubashvili, Tea Osepaishvili 






lunedì 26 novembre 2018

Pranzo sociale georgiano della Reale Delegazione


Suo Onore Mandilosani Lali Panchulidze Aznauri (capo delegazione) con la compatriota Nobildonna georgiana Maya Bubashvili Aznauri, il Reverendissimo Padre Michele Maria Pirotta (cappellano della delegazione, sacerdote cattolico di rito orientale bizantino), il Conte Dottore Matteo Guido Priori di Letino (segretario generale, medico farmacista), il Nobile Professore Paolo Zampetti di Filattiera (delegato regionale della Lombardia, medico dentista e docente presso le Università Statale di Pavia e San Raffaele di Milano), il Cavaliere Gianni Stefano Cuttica (delegato della regione Liguria) con il vice delegato (Barone Pierpaolo Longo).





Fra gli ospiti: il Colonnello Angelo Vasta (ufficiale dell’artiglieria a cavallo), Donna Cristina Vittoria Tatalov Egger Bertotti (Dama di Gran Croce dell’Ordine dei Santi Maurizio e Lazzaro, PR, esperta di moda e lusso, opinionista TV), il Conte Dott. Diego Beltrutti di San Biagio (medico anestesista, esperto internazionale di terapia del dolore, ma anche studioso di cavalleria e spiritualità templare), l’eclettico Dottor Giacomo Prati (dirigente del Ministero dei Beni Culturali, direttore della Pinacoteca di Brera, studioso eurasiatico, esperto di antropologia, esoterismo, mitologia e simbolismo), il vulcanico Barone Roberto Jonghi Lavarini (tra i promotori della associazione culturale internazionale Aristocrazia Europea, consulente e consigliere di diverse famiglie nobili, già sovrane, fra le quali i Bagrationi Imeretinsky) e l’Architetto Gianfranco Guerra (imprenditore, esperto di relazioni internazionali e di relazioni ecumeniche fra occidente cattolico ed oriente ortodosso, appassionato ricercatore di storia e cavalleria cristiana).






Real Casa Bagrationi Imeretisky di Georgia in Italia

Lali Panchulidze con il Marchese Stefano Durazzo di Gabiano ed il Conte Alberto Uva Parea
Continua a crescere, in numero e qualità, la Delegazione italiana (ma anche per la Svizzera, il Principato di Monaco, la Repubblica di San Marino, lo Stato del Vaticano e la Chiesa Cattolica, il Sovrano Militare Ordine Ospedaliero di Malta ed il Parlamento Europeo) della Real Casa Bagrationi Imeretinsky di Georgia. Il Capo Delegazione, Suo Onore Mandilosani Lali Panchulidze Aznauri, e gli autorevoli rappresentanti della reale delegazione, hanno partecipato e partecipano ad eventi culturali, mondani, benefici e cavallereschi, al fine di promuovere la Georgia, la sua storia e identità, la sua gloriosa millenaria dinastia Bagrationi ed i suoi ordini premiali, religiosi e nobiliari, basati sulla Fede (impersonificata da San Giorgio Megalomartire, Santo Patrono della Georgia e Protettore di tutta la cavalleria cristiana) e la fedeltà alla Tradizione ed alla Patria.


Lali Panchulidze con Padre ortodosso Claudio Cocan ed il Prof. Gianfranco Benedetto (LIUC)
Cristina Vittoria Tatalov Egger Bertotti alla Consulta dei Senatori del Regno
 
Lali Panchulidze con Padre cattolico orientale Michele Pirotta e Prof. Raffaele Strina
Stefano Linati con Pierfelice Degli Uberti, a palazzo Ferrajoli a Roma
Lali Panchulideze con Alberto Uva e Cris Egger a villa Sormani di Missaglia
Il Nob. Colonnello Stefano Manni di Isola di Torre di Maina
Stefano Linati e Stefano Manni ad un galaà benefico SMOM
Lali Panchulidze con Alberto Uva e Stefano Manni
Il Nob. Prof. Paolo Zampetti di Filattiera con il Conte Michel Pentasuglia de Cuia d'Aragona

domenica 25 novembre 2018

Nuove prestigiose adesioni alla Reale Delegazione...




Nuove illustri adesioni alla Delegazione della Real Casa georgiana Bagrationi Imeretinsky in Italia: il Nobile Giorgi dei Principi Kipiani Tavadishvili (nominato delegato regionale per la Calabria), il Conte Pietro Malatesta di Montecedruzzo e Sogliano (discendente dalla storica dinastia principesca di Rimini) ed il Nobile Colonnello Stefano Manni dell'Isola di Torre Maina (ufficiale dell'Artiglieria a Cavallo, la mitica Voloire).



martedì 20 novembre 2018

Cultura, storia e tradizione europea a Bari


Ricordando Bona Sforza duchessa di Bari regina di Polonia il 19 Novembre, giorno della  sua tragica morte nel castello di Bari. I rappresentanti della Real Casa Bagrationi Delegazione di Puglia della Real Casa Bagrationi , Angela Campanella, Bepy Goffredo con la moglie Rita Goffredo, Matilde Tanzi Di Blevio con la gentilissima mamma; di Incontri - Associazione Culturale, Giancarlo Liuzzi; dell' Associazione Amici Italia Polonia, Nicola De Toma; dell'Associazione Piccola Polonia, Gianluca Vernole; del Comitato Feste Patronali della Basilica di san Nicola, Salvatore Molfetta e dei Figuranti del Corteo Storico di san Nicola, Paolo Caradonna , si sono ritrovati al Mausoleo di Bona Sforza nella Basilica di san Nicola per ricordare la figura della regina di Polonia, in particolare il suo forte legame con san Nicola e con la Basilica come dimostrato dai numerosi documenti storici e dalla scelta della madre Isabella d'Aragona di celebrare il matrimonio della figlia il 6 dicembre 1517, in onore del Santo Protettore della città.  Matilde Tanzi ha deposto sulla grande lapide in marmo nero dedicata alla regina dalla figlia Anna un mazzo di gigli bianchi e gerbere rosse a simboleggiare i due colori della città di Bari e della Polonia. Ha partecipato alla cerimonia una delegazione polacca in visita in Puglia costituita da don Jacek Pietruszka, direttore casa museo Giovanni Paolo II Wadowice, Natalino Monopoli , Associazione Giovanni Paolo II di Bisceglie e Michal Jedynak della Mic-Art management&production di Cracovia. Una troupe di Rai1 presente in Basilica ha seguito con interesse la cerimonia intervistando per un documentario che andrà in onda sulla rete nazionale il 6 dicembre, il san Nicola Paolo Caradonna. La delegazione ha poi seguito la Santa Messa celebrata nella cripta del Santo.

Grazie Matteo Prori per aver ribadito il Nostro spirito universale di pace e speranza nell' unione pacifica dei popoli in particolare in particolare del legame Italia-Georgia. Come ho avuto modo di raccontare ho avuto un importante incontro con l'archimandrita Mosè e con la comunità georgiana proprio nella cripta di san Nicola dove ieri abbiamo chiuso la cerimonia e dove ogni domenica e giovedì si  raccoglie tutta la comunità georgiana di Bari. Avevo omesso di dire peraltro che ieri la Georgia aveva la sua voce. La gentilissima mamma di donna Matilde Tanzi era accompagnata da una signora della Georgia a Bari che si è unita al nostro ricordo di Bona e alle preghiere al nostro comune Santo. Ci hanno seguito dal coro essendo proibitiva per la gentilissima signora Tanzi di Blevio la scalinata del Mausoleo. Questi sono i momenti per noi più belli e toccanti e l' atmosfera universale nicolaiana in questo periodo in Basilica induce ancor più alla unione cristiana. Il 6 dicembre saremo nuovamente con la comunità georgiana in Basilica per una preghiera comune.

martedì 6 novembre 2018

Reale Delegazione della Regione Puglia




Sabato 3 novembre 2018 abbiamo dato l'avvio al percorso culturale e storico della Real Casa Bagrationi Delegazione di Puglia, una delle più antiche e importanti dinastie della Georgia. Cornice ideale per questo incontro il complesso monumentale di Masseria Spina Resort che abbraccia un interessante spaccato dell’Alto e Basso medioevo monopolitano fino all’età moderna. Il percorso storico che parte dalla conoscenza delle tradizionali testimonianze georgiane fin dal VI secolo, trova connessioni e legami con la storia pugliese, a partire da una citazione del nome di san Nicola, il santo barese per eccellenza,  in un calendario palestinese georgiano. Sul nome e nel nome di san Nicola si è svolta la conversazione fra i delegati Angela Campanella, cav Attilio Giuseppe Pio Canta e Cav Giuseppe Massimo Bepy Goffredo, e i sostenitori Giancarlo Liuzzi, Rita Goffredo e Anna Bruno. Su proposta del cav Goffredo la delegazione si è posta come primo obiettivo la ricomposizione dell'antico Ordine di san Nicola della Nave o degli Argonauti di san Nicola o semplicemente Ordine di san Nicola, analogo all' ordine georgiano con lo stesso nome e al mito georgiano di Giasone e degli Argonauti. La delegazione è impegnata nella ricerca dell'originario documento istitutivo da parte di Carlo III di Durazzo nel 1381.  La seconda parte della conversazione ha riguardato ordini cavallereschi, eroi del passato, conquiste, vittorie e sconfitte degli eserciti cristiani e di quelli arabi e ottomani. In particolare,  sin dal IX secolo d.C., la famiglia reale dei Bagrationi liberò dalla dominazione degli arabi i territori meridionali della Georgia soggetti alle loro conquiste. Così come l'eroe albanese Giorgio Castriota Skanderbeg si battè eroicamente contro gli Ottomani per la liberazione dell'Albania. Ed è questo l'altro obiettivo immediato degli studi della Delegazione Pugliese che intende onorare la memoria dello Skanderbeg con il mondo accademico pugliese in occasione del 550° anniversario della scomparsa dell'eroe albanese. La presenza del delegato Loris Castriota Loris Castriota Skanderbegh diretto discendente del liberatore onorerà ulteriormente l'incontro.  Dopo la conversazione sui due temi fondamentali, arricchita dai diversi interventi, la delegazione ha potutto gustare il menù opportunamente preparato e accuratamente servito con ottimi vini dall' organizzazione  della Masseria Spina su suggerimento dei proprietari della Masseria Nori Meo-Evoli restauratrice di opere antiche e del figlio Marco D'Errico. - Angela Campanella





Incontri di cultura, beneficenza e mondanità...

Il Nobile Avvocato Paolo Amerigo Carniglia dei Principi Marulli Duchi di San Cesario, Lali Panchulidze, la Contessa Palatina Donna Giuseppina Salvidio, Donna Costa ed il Conte Alberto Uva Sormani di Missaglia
Il Generale Francesco Cosimato, la Dottoressa Tatiana Rykoun (giornalista ed editore di Ozerokomo), Lali Panchulidze, l'Avvocato Federico Filippo Oriana (presidente nazionale ASPESI), l'Onorevole Angelo Ciocca (Eurodputato a Strasburgo e membro della Commissione Attività Produttive), Giancarlo De Col (della Accademia Angelica Costantiniana)
Lali Panchulidze con il caro amico Principe Ezra Foscari Widmann Rezzonico Tomassini Paternò Leopardi


lunedì 29 ottobre 2018

Ballo Nazionale Reale di Georgia

Le tradizionali danze georgiane ritornano, finalmente, a Milano. Balli di dame e cavalieri, amore e battaglie, che ben rappresentano la storia, la cultura, l'identità del mio popolo e della mia terra e che sono motivo di orgoglio nazionale in tutto il mondo.



Mandilosani Lali Panchulidze Aznauri




Torna a #Milano l'eccezionale spettacolo 🔥FIRE OF GEORGIA🔥🇬🇪, una serata che ha letteralmente “infiammato” decine di migliaia di spettatori nel mondo‼️🌎🌍🌏 

⭕️Uomini forti e fieri, donne eleganti e leggiadre...
➡️Le danze popolari georgiane accostano alla spettacolarità degli strepitosi virtuosismi maschili, fatti di salti acrobatici, giri incredibili e combattimenti con le spade, la bellezza e femminilità delle donne!

ℹ️Fondato da Gela Potskhishvili, il Royal National Ballet di Tbilisi è una realtà che custodisce e mantiene viva l'antica tradizione folkorica georgiana impreziosendola con evoluzioni coreografiche di grande impatto! Già primo ballerino dei Metekhi, Cavaliere del Georgian order of Honor nonché già pluripremiato danzatore, Potskhishvili e Maia Kiknadze e i loro straordinari danzatori arriveranno anche in Italia con il loro favoloso 🔥Fire of Georgia 🔥

🔹Tra le tante danze tradizionali, che valorizzano la grazia naturale e la bellezza delle donne e il coraggio, l'onore e il rispetto degli uomini, i virtuosi georgiani non mancheranno di presentare quelle particolarmente significative come il “Khanjluri” in cui, con i tipici “chokhas rossi”, gli abiti maschili, i danzatori competono l'uno contro l'altro con l'uso dei pugnali di cui sono maestri, mostrando parallelamente un atletismo fuori dal comune.

💥Spettacolare anche il “Mtiuluri” in cui si susseguono colpi di scena, salti e giri vorticosi per culminare in un finale a dir poco esplosivo. O ancora il corteggiamento del “Kartuli”, tra le danze più conosciute, in cui l’uomo tenendo le braccia al petto non deve toccare la donna, ma concentrarsi su di lei come se fosse l’unica al mondo. La donna, tenendo gli occhi bassi in maniera pudica, scivola leggera sul palcoscenico come un cigno sull'acqua, creando suggestivi disegni coreografici.

👉L'eccezionale serata rappresenta un'occasione straordinaria per poter ammirare l'espressione della cultura tradizionale di un popolo nella sua totalità: dalla ricchezza dei tanti e preziosi costumi, alle musiche 🎶, agli stupendi giochi di luce che sottolineano ciascun quadro danzato è un apoteosi di bellezza e bravura 😍

----------------------------------------------------------

Lunedì 25 febbraio 2019 a Milano
Informazioni e prenotazioni: acigea@gmail.com

Georgian National Dance - Samaia