venerdì 29 giugno 2018

Diana Bagrationi: culltura e solidarietà

 
Mandilosani Diana Bagrationi, discendente da uno dei tanti rami collaterale della gloriosa e numerosa dinastia dei Principi Bagrationi, è una artista di fama internazionale, cantante lirica e pianista, che si occupa di lodevoli iniziative culturali e benenefiche, sempre a sostegno della sua amata patria Georgia. Per queste sue attività (artistiche, culturali, benefiche e patriottiche) ha ricevuto numerosi plausi e meritati premi internazionali.

Diana Bagrationi Foundation is a nonprofit privately operating organization established for the purpose of providing humanitarian assistance and advocacy to those in need, particularly families with children diagnosed with life-threatening illnesses. Founded by Diana Bagrationi, a cancer-survivor, who herself has faced this struggle, the Foundation is committed to provide a direct help to families fighting for the most precious lives – the lives of their children. To serve the above goals, the Foundation organizes charitable events, including concerts, exhibitions, and seminars and cooperates with similar NGOs to further the impact of its work. Diana Bagrationi Foundation is a Section 501(c) (3) public charity under the Internal Revenue Code. All proceeds from the events organized by the Foundation are tax-deductible to the extent allowed by the Internal Revenue Code and go directly to the hospitals, providing treatment for pediatric cancer patients from underprivileged families in the US and abroad. Diana Bagrationi Foundation has repeatedly gained recognition and endorsements from the Governmental, Health and Community organizations for enormous contribution and support to those who need it most. The greatest recognition that the foundation gets are the thank you letters from the children who had overcome a terrible disease and became cured. The Foundation is amenable to cooperating not only with public and private entities, but with individuals who share its goals and vision. Diana Bagrationi, a founder of the Diana Bagrationi Foundation, an Honorable Artist of the Republic of Georgia. She is an Opera singer, Graduate of the Tbilisi State Conservatory with Ph.D. Degrees in Piano Performances and Vocals and a remarkable teacher. Since 1990, Mrs. Bagrationi has coached selected students among the world, who later became prize winners of the International Competitions, among them “New Wave” in Yurmala, Latvia. Mrs. Bagrationi is a curator of the many re-known musical events of the United States and abroad, she is a member of the Honorary Board of the New York Piano Festival.

Alexandra Bagrationi ringrazia la Delegazione e ACIGEA



La Baronessa Alexandra Karlovna Baronin von Brandt, nata dei Principi Bagrationi, discendente diretta dal famoso principe georgiano e generale russo Pyotr Bagrationi, ha ufficialmente espresso il suo sostegno al ritorno della monarchia tradizionale in Georgia ed a Sua Altezza Reale il Principe Irakli Bagrationi Imeretinsky come migliore legittimo erede al trono della Georgia unita, sua patria, che, sempre secondo la saggia e stimata aristocratica, deve ritrovare un rapporto di pace, amicizia e collaborazione con la Russia, in nome della medesima tradizione e identità religiosa ortodossa. Alexandra Bagrationi ha poi ringraziato Mandilosani Lali Panchulidze Aznauri ed il Conte Nikoloz Vardanisdzev per le loro attività promozionali internazionali a sostegno della cultura georgiana e ortodossa, portate avanti sia con la Delegazione della Casa Reale che con l'associazione ACIGEA.

 

martedì 26 giugno 2018

Festa di San Giovanni



La Delegata della Casa Reale Bagrationi Imeretinsky di Georgia, Suo Onore Mandilosani Lali Panchulidze ha partecipato, ufficialmente invitata, alla solenne cerimonia religiosa per la Festa di San Giovani Battista, Santo Patrono del Sovrano mIlitare Ordine Ospedaliero di San Giovani di Gerusalemme, di Rodi e di Malta (SMOM), celebrata dall'Arcivescovo Cattolico di Milano, Sua Eccelenza Monsignor Mario Delpini. Presenti Dame e Cavalieri con i tradizionali abiti da chiesa (cocolla e mantelli), guidati dal delegato regionale SMOM, Barone Guglielmo Guidobono Cavalchini, autorità ecclesiastiche, militari e civili. Della Reale Delegazione sono intervenuti la Nobildonna Rosanna Chifari Negri, l'Avvocato Domenico Frasca e il Dottor Stefano Linati che dello SMOM sono autorevoli e stimati Cavalieri. L'antenato di Lali Panchulidze, il generale georgiano conte Ivan Davydovich Panchulidzev, fu accolto come Cavaliere nell'Ordine di Malta, dall'allora 71° Gran Maestro, Sua Maestà lo Zar Paolo I Romanov di tutte le Russie.


Mandilosani Lali Panchulidze Aznauri con il Cavaliere Ufficiale Fabio Flenda
Sua Maestà Imperiale lo Zar Paolo I di tutte le Russie, 71° Gran Maestro
Il Generale Zarista Conte Ivan Davydovich Panchulidzev

Lali Panchulidze con il Colonnello Stefano Manni e il Cavaliere Stefano Linati

lunedì 25 giugno 2018

Tradizione Europea



Sua Eccellenza il Cavaliere Gianni Stefano Cuttica (Senatore della Consulta del Regno di Casa Savoia e autorevole membro della Reale Delegazione Bagrationi in Italia) insieme a Sua Beatitudine Michele Arcivescovo Metropolita della Chiesa Ortodossa del Montenegro, venuto a rendere omaggio alla Tomba di Sua Maestà Elena del Montenegro, Regina d'Italia.




giovedì 21 giugno 2018

L'altra linea della vita di Roberta Cuttica


Mandilosani Lali Panchulidze Aznauri con l'autrice del linro "L'altra linea della vita", Roberta Cuttica, figlia del Cavaliere Gianni Stefano Cuttica, autorevole membro della Consulta dei Senatori del Regno di Casa Savoia quanto della Reale Delegazione della Casa Bagrationi


Roberta Cuttica è imprenditrice, direttrice d’azienda e scrittrice, è co-founder con Roberto Re di HRD Training Group, da oltre 25 anni società leader in Europa nel settore del coaching e dello sviluppo personale. Un avvincente romanzo di formazione in cui due storie parallele s'intrecciano trasformando l'avventura di Leon in un viaggio di autoconoscenza e crescita interiore. Un viaggio che è quello di tutti noi. Roberta Cuttica Re, imprenditrice, manager, co-owner con Roberto Re di HRD Training Group, è l'autrice di questo splendido libro dove potrai imparare la filosofia "Leader di Te Stesso" attraverso una avvincente storia. Questo romanzo motivazionale è infatti capace di intrecciare il racconto con la filosofia dei migliori manuali di crescita personale. Con il protagonista del romanzo vivrai una grande esperienza di crescita personale e scoprirai "l'altra linea della vita". Leon ha sedici anni. La sua migliore amica, Sylvia, in punto di morte per una grave malattia, gli regala un diario. Il desiderio nutrito da entrambi di baciarsi, invece, non viene soddisfatto, e Leon scappa da casa di Sylvia pieno di rabbia e rimpianto. Comincia così una fuga che diverrà un viaggio disseminato di incontri “non casuali”, un percorso di autoconoscenza nel quale il diario ricevuto in dono giocherà un ruolo sorprendente e fondamentale. Seguire “l’altra linea della vita” porterà Leon su una strada alternativa nella quale l’intuizione e il sentimento non si lasceranno intimorire dalla ragione. Da uno spunto narrativo prende corpo un avvincente romanzo d’ispirazione in cui due storie parallele s’intrecciano trasformando l’avventura di Leon, come in un’allegoria, in un’esperienza di grande crescita interiore. Ricorrendo a un’efficace e non scontata forma narrativa, l’autrice ha realizzato un’opera di facile lettura e nello stesso tempo di grande impatto emotivo, in cui il racconto appassionante si fonde a una filosofia degna dei migliori libri di self-help.

"Poco importa quanti libri hai studiato, quante scuole hai frequentato, quanti diplomi hai collezionato. Conta la vita che hai “toccato”, contano le esperienze che hai vissuto, quelle che ti hanno fatto piangere, lottare, battere il cuore. Conta quante volte hai perso ciò che amavi, quante volte non hai ottenuto quello che volevi e quante volte ti sei chiesto "cosa ho imparato?”."


martedì 19 giugno 2018

Evento benefico per bambini a Como



Lali Panchulidze con la Nobildonna Dama Criss Egger

Affari Italiani - Aristocrazia a Nord

Ordine dei Santi Maurizio e Lazzaro, merenda per bambini in difficoltà

Giornata di beneficenza e volontariato, ricca merenda e giochi organizzati per bambini disagiati, promossa a Como dall’Ordine dei Santi Maurizio e Lazzaro

Ordine dei Santi Maurizio e Lazzaro, merenda per bambini in difficoltà

Giornata di beneficenza e volontariato, ricca merenda e giochi organizzati per bambini disagiati, promossa, domenica scorsa, a Como, dall’Ordine dei Santi Maurizio e Lazzaro. Sede dell’evento la seicentesca villa della famiglia Egger, padroni di casa l’imprenditore olandese Wilco Alexander e sua moglie la nobildonna dama Cristina Victoria, PR internazionale ed esperta di alta moda, impegnata in attività culturali e sociali, grande amica personale del principe Emanuele Filiberto di Savoia che ha inviato il suo caloroso saluto ufficiale. Oltre cinquanta i bambini, di diversa razza e nazionalità, che hanno partecipato al pomeriggio di divertimento e solidarietà, molti di più gli adulti giunti a sostegno della lodevole iniziativa. Fra i presenti, diverse autorità, volti noti, rappresentanti della nobiltà e borghesia lombarda, fra questi: Elisabetta Patelli (associazione Bambini di Cernobyl), Melina Falsone (associazione Casa della Giovane, che ospita madri e figli in situazione di disagio), Cristina Poggi (in rappresentanza della locale sezione della Croce Rossa Italiana), la contessa Mandilosani Lali Panculidze Aznauri (delegata della Casa Reale Bagrationi Imeretinsky di Georgia in Italia), il giornalista Luca Carriera (della patinata rivista italo-russa Ozerokomo) e l’avvocato Michele Malerba (vicario degli Ordini Dinastici di Casa Savoia). “Dobbiamo costruire una Eurasia di pace e prosperità per tutti i popoli, partendo dal dialogo fra cristiani ortodossi orientali e cattolici occidentali” ha commentato Lali Panchulidze. “La solidarietà non ha confini e la nobiltà che conta è quella dello spirito e del cuore” ha aggiunto Criss Egger, volto noto, anche per avere partecipato alla trasmissione televisiva Pechino Express.

http://www.affaritaliani.it/milano/aristocrazia-nord/ordine-dei-santi-maurizio-lazzaro-merenda-per-bambini-in-difficolta-546365.html








venerdì 15 giugno 2018

Nobiltà e beneficenza, mondanità e cultura


Mandilosani LALI PANCHULIDZE Aznauri






Affari Italiani - Aristocrazia a Nord
Venerdì, 15 giugno 2018 - 10:38:00

Emanuele Filiberto di Savoia in Brianza. Nobiltà, beneficenza e mondanità

Una domenica all'insegna delle auto e dimore storiche, della nobiltà e della beneficenza, in Brianza con Emanuele Filiberto di Savoia

Emanuele Filiberto di Savoia in Brianza. Nobiltà e beneficenza, mondanità e cultura

Una domenica all'insegna delle auto e dimore storiche, della nobiltà e della beneficenza, quella passata del 10 giugno scorso, in Brianza, con il principe Emanuele Filiberto di Savoia. Il figlio ed erede del principe Vittorio Emanuele, capo della Casa Reale d'Italia, ha guidato un corteo di auto storiche che, partendo, in mattinata, dalla Villa Reale di Monza, ha svolto un tour nelle ville patrizie lombarde, con pausa presso la Villa Sormani di Missaglia, dal conte Alberto Uva, ed arrivo presso la villa dei nobili Antona Traversi a Meda, dove, a conclusione della giornata, si è svolto un grande galà benefico degli Ordini Dinastici della Real Casa Savoia. L'evento è stato organizzato dallo storico ordine cavalleresco dei Santi Maurizio e Lazzaro, in collaborazione con la Scuderia Automobilistica Savoia Cavalleria, promossa dal conte Andrea Boezio Bertinotti e da Simone Balestrini, segretario nazionale del Fronte Monarchico Giovanile. La serata, in abito lungo e smoking, medaglie e bandiere sabaude, ha visto la partecipazione di oltre trecento selezionati invitati, italiani e stranieri, fra questi: il mondanissmo principe Alberto Giovanelli (presidente della Unione della Nobiltà Italiana), l'affascinante nobildonna caucasica Lali Panchulidze (vice presidente della associazione culturale internazionale Aristocrazia Europea e rappresentante in Italia della Casa Reale Bagrationi Imereti di Georgia), monsignor Maurizio Ceriani e il nobile Valter Cotti Cometti (rispettivamente delegato regionale, e vice, degli Ordini Savoia in Lombardia), l'attivissima dama professoressa Franca Sciaraffa, la nota PR internazionale ed elegantissima dama Cristina Egger (famosa anche per essere stata protagonista della trasmissione televisiva Pechino Express, edizione 2017), Giancarlo Melzi d'Eril (dei duchi di Lodi e conti di Magenta), il conte Michel Pentasuglia dei Cuia d'Aragona, il conte Boris Bagotai de Mikefalva, il nobile Giovanni Cavallanti Ferrero, il marchese Pierangelo Berlinguer, autorità civili, religiose e militari), rappresentanti diplomatici, esponenti delle storiche famiglie nobili lombarde ma anche imprenditori e professionisti della borghesia produttiva milanese e brianzola. Tutti insieme per una raccolta fondi dedicata ad una casa di accoglienza e assistenza ai disabili del pavese. "Un legame antico e profondo, anche tragico, lega la nostra Dinastia Reale a Monza" ha ricordato il cavaliere di gran croce Stefano Di Martino, delegato delle Guardie d'Onore al Pantheon (e noto esponente politico monarchico) che ha invitato tutti a partecipare alla cerimonia ufficiale in ricordo del regicidio di Re Umberto I, che si terrà, come tutti gli anni, il prossimo luglio.

God Save The Royal House of Bagrationi

martedì 12 giugno 2018

Rassegna Stampa - Articolo su Affari Italiani



AFFARI ITALIANI - Aristocrazia a Nord - Domenica, 10 giugno 2018

Acigea, doppio evento milanese tra nobiltà, cultura e affari con protagonisti i volti più noti della comunità georgiana in Italia

Acigea: cultura, nobiltà e affari fra Milano e l'Eurasia


Milano, insieme a Montecarlo e Lugano, è al centro delle iniziative culturali e mondane di Mandilosani Lali Panchulidze Aznauri, la oramai famosa “dama bianca”, aristocratica rappresentante della Casa Reale Bagrationi Imeretinsky di Georgia, promotrice della cultura georgiana e caucasica, ma anche delle conseguenti relazioni economiche e commerciali fra l’Italia ed i paesi dell’est Europa, in particolare con la Russia. Due i principali eventi milanesi, una cena georgiana promossa dal prestigioso Lions Club Milano Brera, presieduto, non a caso, dalla consulente finanziaria, Simona Amore, ed un concerto di musica lirica, organizzato dalla associazione culturale russa Stravinskie Ruskie Motivi, rappresentata dalla cantante lirica Larissa Yudina. Presenti, naturalmente, i volti più noti della comunità georgiana presenti in Italia: le due pittrici Sophie Pirtskhalava e Lali Davituliani, la cantante lirica Lia Jashi, la chef Mzia Kakalashvili, la traduttrice e guida turistica Tea Osepashvili, la buyer (specializzata in alta moda, lusso e design) Maia Bubashvili, l’imprenditrice del settore “tecno spy” Madona Maisuradze. Ma, oltre alle donne ACIGEA (associazione culturale internazionale ecumenica cristiana Italia Georgia Eurasia), erano presenti lo scrittore Francesco Trecci (autore di due libri sulla Georgia), i consiglieri regionali Gianmarco Senna della Lega e Gianluca Comazzi di Forza Italia (la Lombardia ha un solido rapporto, strategico e privilegiato, con la Russia di Putin…), aristocratici dai nomi lunghi e altisonanti come il principe bizantino Patrizio Tommasini Paternò Leopardi di Costantinopoli, il conte veneziano Ezra Foscari Widmann Rezzonico ed il conte zarista Nikoloz dei principi Vardanisdzev Tavadishvil, noti professionisti come l’avvocato penalista Renato Maturo e l’imprenditore Mirco Cuneo (CEO della società di comunicazione e web Nextre Engineering), rappresentanti della vecchia nobiltà e della buona borghesia, delle istituzioni e del corpo diplomatico consolare. Tutti uniti dalla passione per la musica, la buona cucina, gli scambi culturali fra i diversi popoli e nazioni, e, soprattutto, dalla possibilità di fare buone PR, accordi e scambi commerciali, affari sull’asse eurasiatico, caucasico e mediorientale.

http://www.affaritaliani.it/milano/aristocrazia-nord/acigea-cultura-nobilta-affari-fra-milano-eurasia-545022.html

lunedì 11 giugno 2018

Gran Galà benefico della Real Casa Savoia d'Italia




Suo Onore la Mandilosani Lali Panchulidze Aznauri (Patrizia di Bisanzio, Nobile del Regno di Georgia e Contessa dell'Impero di Russia), Delegata della Real Casa Bagrationi Imeretinsky di Georgia (Armenia e Cilicia) in Italia (Principato di Monaco, Svizzera, Repubblica di San Marino, Vaticano - Santa Sede, Sovrano Militare Ordine di Malta - SMOM, e Parlamento Europeo) ha partecipato ufficialmente al Gran Galà benefico degli Ordini Dinastici della Real Casa Savoia d'Italia, organizzato dalla Delegazione di Lombardia, nello splendido contesto storico e artistico della Villa Antona Traversi a Meda. Donna Lali si è intrattenuta a lungo a parlare con Sua Altezza Reale il Principe Emanuele Filiberto di Savoia, Principe di Venezia, e con Sua Eccellenza il Principe Don Alberto Giovanelli, presidente della Unione della Nobiltà Italiana. Donna Lali era accompagnata da Mirko Cuneo, noto imprenditore del settore comunicazione e web, che entrerà ufficialmente a fare parte della Reale Delegazione. Fra gli oltre 250 selezionati invitati: Sua Eccellenza Don Giancarlo Melzi d'Eril, dei Conti di Magenta e Duchi di Lodi, Sua Eccellenza il Cavalire di Gran Croce Urbano Alessio, la nota PR internazionale Cris Egger, autorità civili, religiose e militari. Casa Savoia è la Dinastia (ducale, principesca e reale) più antica dell'Europa occidentale e cattolica, e gode ancora di un forte e diffuso consenso popolare. Il Principe Emanuele Filiberto, figlio del Capo della Real Casa, Sua Altezza Reale il Principe Gran Maestro Vittorio Emanuele IV, Duca di Savoia e Principe di Napoli, è molto conosciuto ed apprezzato anche come artista, performer, imprenditore e promotore del marchio Made in Italy nel mondo.
Alberto Giovanelli, Lali Panchulidze, Emanuele Filiberto di Savoia



Lali Panchulidze, Emanuele Filiberto di Savoia e Cristina Egger









Georgian National Dance - Samaia