martedì 7 agosto 2018

Breve storia della Georgia e dei suoi Regni Bagrationi




La Bagration è la più antica famiglia reale, da cui provengono molte figure di spicco dello stato della Georgia. Secondo la leggenda, descritto nel libro del principe Vakhushti Bagrationi, con il re Mirdate (inizio del VI secolo) in Georgia spostato guar (Guram) (d. 532), per i quali nel corso dell'anno 508 il re ha dato la sua sorella e gli concesse il titolo di zona Tao Eristavi. Nipote Guarama guar ho ricevuto dal bizantino Giustiniano kuropalat titolo, e nell'anno 575 - il re. Vakhushti riferisce che fu Guaram I a prendere il cognome di Bagrationi - dopo il nome di suo padre.
I discendenti di Guaram I furono chiamati erystavt-eristavami (governanti dei governanti) e governarono Kartliya. Il mantenimento di un'alleanza con Bisanzio, che indossavano anche i titoli bizantini kuropalat e antipatie (proconsole). I più giovani di Bagration appartenevano al titolo mampali, il principe del sangue. Tra il dominio arabo (VII-IX secolo) governanti Kartli divenne noto principi supremi (erismtavarami). Ashot I il Grande (787-826) entrò in conflitto con gli arabi, ed è stato costretto a rifugiarsi in Georgia del Sud, che è stato controllato da Bisanzio. Egli restaurò la fortezza di Artanuja e, usando l'appoggio degli imperatori bizantini, rafforzò il suo potere in Kartlia.
Il pronipote di Ashot I Adarnese (Arsene) II di Curopalates in 888 ha preso il titolo di re Kartvelians (georgiani). A sua volta, il pronipote di re Tao II Adarnese-Klarjeti (Southwest Georgia) David III di Tao, con il supporto dei Bizantini liberato dagli arabi, molti georgiana e una parte delle terre armene e albanesi. Per l'aiuto dell'imperatore bizantino nel sopprimere la ribellione di Barda Sclero ha ricevuto regione Erzerum e altre terre. La nobiltà georgiana propose al potente sovrano di prendere il trono di Kartlia.
Erede della figli Davide III era figlio di un cugino di secondo grado del re Bagrat Bagrationi, che ha ereditato dal padre ha Kartvelian regno, e dalla madre - Regno abkhazo. Nel 1008, l'erede dei tre regni Bagrat III prese il titolo di re di Kartli. Da questo momento la dinastia di Bagration divenne la casa reale di Kartli.
Durante il regno di questa dinastia, la Georgia raggiunse il suo potere diffondendo la sua sfera di influenza lontano dai confini dello stato. Ancora una volta la casa reale di Bagration riuscì a unire popoli e territori ostili in uno stato consolidato e indipendente.
Nei secoli XI-XII, la Georgia sotto il dominio della Bagrazione raggiunse il suo apice. Re David IV il Costruttore (1089-1125) restaurata l'indipendenza della Georgia, ha riunito tutte le terre georgiane e liberato Tbilisi, capitale della Georgia, che è stato spostato. Sotto il nipote Giorgio III (1156-1184), l'influenza della Georgia si diffuse nel Caucaso settentrionale e nel Transcaucasico orientale.
Figlia di Giorgio III il Grande regina Tamara (1184 - ok.1210 / 1213) è diventato uno dei più potenti governanti del Medio Oriente. Le sue truppe sconfitte Atabek Azerbaigian e rumskogo Sultan, ha fatto un viaggio in Persia, ha preso Kars. Vassalli della regina Tamara erano i sultani, emiri e governanti dei paesi limitrofi, la Georgia era sotto l'influenza dell'impero di Trebisonda. Tamara ha patrocinato le arti, l'architettura e le scienze.
Nel primo matrimonio la regina era sposata con un principe russo Yuri, figlio Bogolyubsky, e la seconda - per l'Ossezia principe Davide, figlio del principe Dzhadarona, che era il nipote Ossezia era fuggito al principe Davide, il nipote di re Giorgio I.
I discendenti della regina Tamara e David divennero gli antenati di tre dinastie reali georgiane: Kartlinskaya, Kakheti e Imeretinskaya.

Nel secondo quarto del 13 ° secolo la Georgia cadde sotto il dominio dei tatari-mongoli. I mongoli mantennero la casa reale, trasferendo nel 1247 l'amministrazione dei rappresentanti della dinastia Bagration - i cugini David VII Ulu (Senior) e David VI Narin (Younger). David VII Ulu, sebbene fosse il figlio illegittimo dello zar, godeva di un grande potere: era sposato con una principessa mongola e aveva partecipato a campagne militari mongole contro Baghdad. Il figlio di David VII Ulu - Demeter II divenne il re di tutta la Georgia. Ilkhan mongolo, sospettandolo di tradimento sulla denuncia di uno dei cortigiani, convocò il re nel suo palazzo. Il vicino consigliò al monarca di nascondersi tra le montagne, ma ciò potrebbe provocare l'invasione delle truppe del Khan in Georgia. Demetra II scelse di sacrificare la sua vita e nel 1289 fu giustiziato per ordine di Ilkhan. La Chiesa ortodossa ha classificato lo zar-martire al rango di santi.
Il figlio di Demetre II, George V Brilliant, liberò la Georgia dal potere degli Ilkhan, ma i suoi eredi non riuscirono a preservare l'unità del regno georgiano. Nei secoli XVI-XVIII il paese si disintegrò, diventando dipendente dalla Turchia e dall'Iran.
Il 24 luglio 1783 il re di Kartli e Kakheti Irakli II firmarono a Georgievsk un trattato sul riconoscimento dell'autorità suprema dell'imperatore russo. Secondo i termini del trattato, la Russia promise il patrocinio al regno Kartali-Kakheti, garantì la sua integrità, mantenne il trono reale per Eraclio II ei suoi discendenti, assicurando la non interferenza negli affari interni del regno. Tuttavia, nel 1787, sotto la pressione della Turchia, le truppe russe furono ritirate dalla Georgia, che ancora una volta divenne l'arena della lotta tra la Porta e l'Iran.
Nel 1790 ci fu un evento significativo, la conclusione dei governanti della terra georgiana trattato iberici (iberici). Il Trattato ha riconosciuto il re Irakli II e la sua discendenza sovrani tutti i georgiani - "padre di tutti loro," ed è stato firmato da re Salomone Imereti II, principi Grigol Dadiani e Simon Gurieli.


Nessun commento:

Posta un commento

REALE DELEGAZIONE di Georgia in Italia

"Siamo fiere patriote ortodosse georgiane. Portiamo avanti le nostre tradizioni, difendiamo la nostra identità culturale e r...